­

DOVE SI TROVA
Il Comune di Terlago è il primo che si incontra andando da Trento verso la Valle dei Laghi. Il nome della valle non è casuale. Curiosi fenomeni geologici glaciali e postglaciali hanno causato la formazione, lungo questa vallata, di numerosi laghi di media e bassa quota, caratterizzati, nella parte superiore, dalla natura carsica degli emissari e degli immissari. Il Lago di Terlago (416 m s.l.m.) è un vasto lago collinare poco profondo, posto in fondo alla conca omonima, che deve il suo nome proprio alla presenza di tre specchi d'acqua collegati tra loro che circondavano l'antico borgo. Oggi, anche a seguito delle bonifiche agrarie, ne rimangono solo due, comunicanti attraverso una "stretta" attraversata da un ponte stradale. I Laghi di Lamar o di Monteterlago (Lago Santo di Lamar e Lago di Lamar) si trovano invece a circa 700 m di altitudine, sul promontorio che divide Valle dei Laghi e Val d'Adige, a poco meno di 8 km di distanza, in un ambiente incontaminato di media montagna.

JavaScript deve essere attivo per utilizzare Google Maps.
Sembra infatti che JavaScript sia disabilitato o non supportato dal tuo browser.
Per visualizzare le Google Maps, attiva JavaScript modificando le opzioni del tuo browser e poi riprova.

Stampa

VIE DI ACCESSO
Terlago si raggiunge, sia da Nord che da Sud, percorrendo la S.S. 47 bis Gardesana occidentale, che da Trento conduce verso il Lago di Garda e la Val Rendena. Il Lago di Terlago si trova in prossimità dell'abitato di Terlago, a soli 8 km da Trento. Di qui per raggiungere i Laghi di Lamar si attraversa il paese deviando poi per Monteterlago e la S.P. dei Laghi di Lamar (circa altri 8 km).

AMBIENTE E PESCA
Il Lago di Terlago è un ambiente eutrofico, poco profondo, ricco di vegetazione sommersa e ricchissimo di pesce. Pur essendo un po' lago e un po' stagno, con vegetazione che occupa durante l'estate gran parte della superficie è certamente l'ecosistema lacustre più produttivo del Trentino. E per questo è anche uno dei più pescosi, essendo ben noto soprattutto per la pesca del Luccio, della Carpa, della Tinca, dell'Anguilla e di molte specie di pesce bianco. 

Se Terlago è molto pescoso, ma non è paesaggisticamente il più bello,i laghi di Lamar sono invece vere perle azzurre incastonate nei boschi di faggio e abete alle pendici della Paganella. Qui le acque sono più limpide e profonde e la pesca è più difficile, ma può dare grandi soddisfazioni (grossi lucci, carpe, tinche, anguille, pesci persici, oltre ad alborelle, scardole, triotti, cavedani etc.).

IL LAGO DA LUCCI
Da sempre il Lago di Terlago è noto come il più pescoso lago da lucci dell’intero circondario. L’abbondante presenza di pesce foraggio e di vegetazione acquatica adatta alla deposizione delle uova ne fa un ambiente perfetto per l’esocide, che qui raggiunge una densità e taglie davvero ragguardevoli. Ma anche per i grandi ciprinidi (Carpa e Tinca) o per l’Anguilla questo è sempre stato il luogo ideale. Per non parlare dei piccoli ciprinidi, dalla Scardola all’Alborella al Triotto, che popolano il lago in gran numero e forniscono grandi risorse alimentari per i predatori. Oltre a questi, sono presenti anche pesci di provenienza esotica, introdotti accidentalmente in passato e oggi abbondantemente presenti, come il Carassio dorato, il Persico sole e il Rodeo. Se poi si cala in acqua la lenza, praticamente con ogni tecnica di pesca immaginabile, è difficile non catturare qualcosa….

 

IN SINTESI

 

 

Telefoni utili

ico tel

Tel utili

­

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su 'Si, acconsento' all’uso dei cookie