­

Adige 1Il territorio in concessione all'A.P.D.T., va dal confine meridionale della provincia di Bolzano alla  confluenza del rio Cavallo nel comune di Fersina 1Calliano. Trento e i comuni rivieraschi, rappresentano la parte più intensamente popolata della Provincia. La storia, la cultura, le molteplici attività umane creano un rapporto indissolubile tra il grande fiume e la popolazione, fatto di amore, rispetto e in qualche caso di timore.

L'Adige è il padre di tutte le acque correnti della provincia, è il costruttore dei fertili terreni dell'intera vallata nei quali un'agricoltura di alto profilo qualitativo produce vini e frutta esportati ovunque. L'intera zona è vocata a tutte le attività umane, ivi comprese quelle culturali, turistiche e ricreative.

La pesca in Adige riguarda tutti i salmonidi, compreso le marmorote e temoli da record, i ciprinidi e lucci. L'ampiezza del fiume e l'abbondonza delle portate rendono non facili le catture, ma vale comunque la pena di insistere perché il colpo grosso è sempre possibile, sopratutto all'inizio e al termine della stagione che per il temolo si protrae fino al 30 novembre. Tutte le tecniche possono essere valide, soprattutto per chi sa leggere l'acqua e sa adottare l'atrezzatura alle varie circostanze. Sono state create due zone pronta pesca abbondantemente rifornite di trote iridee, in grado di assicurare numerose catture a tutti coloro che desiderano trattenere il pescato.

Nel bacino dell'Adige si trovano altri interessanti torrenti, il più importante dei quali è il Fersina, con un tratto no kill nella parte terminale, il Vela, l'Arione e il Valsorda. Tutti ben popolati di trote fario autoctone.

Telefoni utili

ico tel

Tel utili

­

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su 'Si, acconsento' all’uso dei cookie