Barbo
Cavedano
Iridea
Luccio
Marmorata
Temolo
Trota Fario

Il grande fiume che attraversa l'omonima valle è per lunghezza il secondo d'Italia. Il tratto in concessione all'Associazione Pescatori Dilettanti Trentini confina a nord con Salorno e a sud con la foce del Rio Cavallo e riceve numerosi tributari tra cui spiccano Noce, Avisio e Fersina. Caratterizzato dai massicci interventi dell'uomo per regimentare le acque effettuati in epoca asburgica, l'Adige in concessione APDT offre tra l'altro zone Pronto Pesca e Zone Tutela della trota marmorata. Pescabile principalmente a ridosso dell'apertura e della chiusura della pesca, il fiume si caratterizza per i suoi tratti a ghiareto e le sue lunghe lame, la ricerca dei salmonidi avviene a ridosso delle numerose prismate e degli ostacoli in acqua.
Fiume per eccellenza nella ricerca della marmorata di taglia, oltre alle altre specie di trota offre anche la possibilità di catturare temoli e barbi.
Solo per il temolo è consentita la pesca anche i ottobre ma unicamente con la mosca. Per il periodo di acqua chiara, invernale, sono ottimi il pesciolino vivo o morto e gli artificiali (rotanti, minnow). Da metà marzo a tutto aprile e da fine agosto a fine ottobre, si potranno insidiare le trote nei sottoriva ed i temoli nei ghiareti con la tecnica della mosca secca o sommersa. Per la pesca con la coda di topo sono da preferire i fine settimana perché presentano livelli d'acqua bassi.

le zone Fiume adige

zona Libera
A1
A2
A3
A1
Il tratto più settentrionale dell'Adige inizia al confine con Salorno: il fiume scorre dritto e placido prima di accelerare man mano che scende verso Zambana. Alcuni accessi, in particolare sulla sinistra orografica, permettono di avvicinarsi in sicurezza alle sponde. Di particolare interesse le zone a monte e a valle dell'abitato di San Michele, dove il fiume a tratti aumenta di profondità e rallenta il suo corso, divenendo la tana ideale per grossi esemplari di fario e marmorata.
A2
Fra la foce del Noce e la città di Trento si possono trovare spot di tutto rispetto. Fra la foce del Noce e quella dell'Avisio si intervallano zone di bandita a zone dove è possibile pescare, l'ambiente è selvaggio e affascinante, la situazione ideale per chi è in cerca della marmorata dei sogni. Ottimi spot a Trento Sud a monte e a valle della foce del torrente Fersina.
A3
Il tratto terminale dell'Adige in gestione APDT: inizia a Trento Sud, si conclude alla confluenza del Rio Cavallo nei pressi dell'abitato di Calliano. La foce del Torrente Valsorda e il ponte di Mattarello sono spot invitanti. Molto bella la zona dei Murazzi a monte di Besenello fino alla confluenza del Torrente Arione.

i nostri sponsor